Art. 1 – Premessa

L’Associazione Sportiva Dilettantistica Entusiasmo in Movimento (di seguito l’Associazione) ha come obbiettivo primario la promozione e la diffusione della disciplina sportiva, ricreativa, culturale e formativa rivolta a persone di tutte le età, e riconosce lo sport quale strumento sociale ed educativo, ispirato ai concetti di lealtà, correttezza, amicizia e rispetto per gli altri.

A tal fine, l’Associazione ripudia ogni forma di discriminazione e di violenza, la corruzione, il doping e qualsiasi cosa possa arrecare danno allo sport.
Le norme del presente Codice Etico sono state create per migliorare, nel rispetto dello Statuto Societario, l’attività sportiva degli associati, per diffondere una sana cultura sportiva e per incentivare il rispetto reciproco volto ad agevolare una rete relazionale in cui sia possibile condividere, oltre all’esperienza sportiva, anche uno standard elevato di comportamenti nello svolgimento di tutte le attività riconducibili all’Associazione, ed a vietare quei comportamenti in contrasto con i valori etici che l’Associazione intende promuovere e garantire.

Art. 2 – Il Codice Etico

Il Codice Etico dell’Associazione contiene norme sostanziali e comportamentali che dovranno essere rispettate da tutti coloro che operano, sia su base volontaristica che professionistica, nell’ambito dell’Associazione in relazione alla posizione ricoperta ed alle rispettive competenze.

Art. 3 – I destinatari

Il presente Codice si applica ai seguenti soggetti:
1. dirigenti;
2. staff tecnico;
3. atleti e chiunque svolga attività agonistica o sportiva; 4. genitori e accompagnatori degli atleti;

5. collaboratori, consulenti esterni ed ogni altro soggetto che agisca nell’interesse dell’associazione;
6. sponsor.
Il Codice Etico si applica comunque a tutti gli associati tesserati e a tutti coloro che lo sottoscrivono volontariamente.

Art. 4 – Efficacia e Divulgazione

L’iscrizione all’Associazione comporta l’accettazione incondizionata del presente Codice.
Copia del Codice Etico è consegnata a tutti i soggetti destinatari sopraindicati, che sono pertanto tenuti a conoscerne il contenuto, ad osservare tutte le disposizioni in esso contenute, a contribuire alla loro applicazione, nonché ad assumersi le responsabilità conseguenti alla loro violazione che costituisce grave inadempienza ed è meritevole delle sanzioni disciplinari all’uopo previste dall’Associazione. L’ignoranza del Codice Etico non può essere invocata a nessun effetto.

Il Codice Etico esplica i propri effetti dal momento della sottoscrizione.

Art. 5 – L’Associazione

L’Associazione si impegna ad operare nel pieno rispetto dell’ordinamento giuridico e sportivo vigente e ad uniformare le proprie azioni e comportamenti ai principi di lealtà, onestà, correttezza e trasparenza in ogni aspetto riferibile alla propria attività.

L’Associazione, inoltre, garantisce che tutti i suoi membri sono qualificati per guidare, formare, educare ed allenare con responsabilità bambini e giovani in relazione alle diverse fasce di età;
L’Associazione si impegna ad adottare tutte le misure necessarie dirette a facilitare la conoscenza e l’applicazione di tutte le norme contenute nel presente Codice Etico, prevedendo altresì l’irrogazione di

sanzioni disciplinari nel caso di mancato rispetto delle stesse.
La convinzione di agire a vantaggio dei valori sportivi non giustifica in alcun modo l’adozione di comportamenti in contrasto con i principi di cui al presente Codice Etico.
La Società si impegna a non intrattenere alcun rapporto con soggetti che non operino nel rispetto delle norme e dei principi espressi nel presente Codice Etico

Art. 6 – Il Consiglio Direttivo

Il Consiglio Direttivo si impegna a:
• adeguare il proprio operato ai principi del presente Codice Etico;
• rispettare le leggi ed applicare tutte le norme di buona gestione delle attività sociali e delle risorse umane;
• rifiutare ogni forma di corruzione/concussione.
Inoltre i dirigenti, in qualità di garanti del Codice Etico, hanno il compito di:

• divulgare il Codice Etico e vigilare sul rispetto delle norme in esso previste; • pronunciarsi sulle violazioni ed adottare eventuali azioni disciplinari; •esprimereparerialfinedigarantirnelacoerenzaconledisposizioni Del Codice Etico;

• procedere alla periodica revisione del Codice Etico.

Art. 7 – Lo Staff Tecnico

Gli allenatori e gli istruttori devono tenere un comportamento esemplare che costituisca un modello positivo sia nell’ambito sportivo che educativo e devono trasmettere ai propri atleti valori come la lealtà, la correttezza, il rispetto e l’integrità, che vanno oltre al singolo risultato sportivo e che sono il fondamento stesso della cultura sportiva. A tale scopo gli allenatori e gli istruttori si impegnano a:

• comportarsi sempre secondo i principi di lealtà e correttezza;
• promuovere lo sport e le sue regole esaltandone i valori etici, umani ed il Fair Play;
• non premiare comportamenti sleali, ma condannarli applicando sanzioni appropriate;
• rispettare tutti gli atleti evitando atteggiamenti discriminatori e frasi o gesti che possano offenderli;
• agire in modo responsabile sotto il profilo pedagogico ed educativo, creando un’atmosfera e un ambiente piacevoli, anteponendo il benessere psico-fisico degli atleti al successo agonistico;
• trovare soluzioni aperte e giuste in caso di conflitti;
• non offendere, né insultare, né diffamare, né criticare i colleghi tecnici, i dirigenti, e gli atleti di questa o di altre associazioni;
• astenersi da comportamenti antieducativi che, in modo diretto o indiretto, possano danneggiare l’attività associativa;
• partecipare alle iniziative associative volte alla promozione dello sport, dei suoi valori e principi etici, o comunque con finalità di carattere sociale ed educativo.

Art. 8 – Gli Atleti

Gli atleti e tutti i praticanti attività sportiva devono perseguire il risultato sportivo ed il proprio successo personale nel rispetto dei principi previsti dal Codice Etico. Essi pertanto, consapevoli che il loro comportamento contribuisce a mantenere alto il valore dello sport, si impegnano a:

• onorare lo sport e le sue regole attraverso una competizione corretta, giocando al meglio delle proprie possibilità e condizioni psico-fisiche, e comportandosi sempre secondo i principi di lealtà e correttezza;
• rifiutare ogni forma di doping;

• rispettare gli altri atleti e lo staff tecnico;
• tenere un comportamento esemplare e usare sempre un linguaggio appropriato ed educato.

Art. 9 – Azioni Disciplinari

Eventuali violazioni del presente Codice Etico da parte di chiunque saranno valutati dal Consiglio Direttivo, che avrà il compito di verificare la notizia e quindi ascolterà le testimonianze delle parti in causa. Nel caso di accertamento delle violazioni, il Consiglio Direttivo deciderà l’azione disciplinare da intraprendere.

Le azioni disciplinari possibili sono le seguenti:
• richiamo verbale, nei casi di inosservanze di minore entità, che potrà essere effettuato dagli istruttori in virtù del ruolo che a loro viene riconosciuto di educatori e di esempio per i più giovani;
• contestazione ufficiale scritta, nei casi di ripetute trasgressioni anche non gravi;
• sospensione dall’attività per un periodo di tempo, nei casi di gravi violazioni delle norme e/o reiterate ammonizioni;
• espulsione dall’Associazione, nei casi di gravi violazioni delle norme e/o comportamenti incompatibili con i valori e i principi del Codice Etico.
Ogni tipo di decisione adottata deve essere comunicata al diretto interessato.

Art. 11 – Conclusioni

Per lo svolgimento delle attività dell’Associazione, è necessario che gli atleti e i loro genitori (se minorenni) sottoscrivano il modulo di iscrizione.
Il presente Codice è portato a conoscenza mediante pubblicazione nella bacheca dell’Associazione ed assume la propria efficacia dal momento della sottoscrizione della richiesta di ammissione a socio. L’ignoranza del Codice Etico non può essere invocata a nessun effetto.

L’Associazione si impegna: a vigilare sul rispetto delle norme previste, pronunciarsi sulle violazioni, adottare eventuali provvedimenti e sanzioni e garantire che le scelte adottate siano coerenti con quanto previsto dal Codice Etico.