fbpx

La pianta del piede è ricca di recettori che trasmettono informazioni al cervello al fine di espletare risposte motorie adeguate.

Il piede definibile a tutti gli effetti come organo di senso, si interfaccia con gli altri recettori del corpo e insieme garantiscono equilibrio, sia durante il movimento che quando si è fermi, attraverso molteplici costanti micro-correzioni.

Avere dei piedi forti serve come base per tutti gli sport e per una buona forma fisica.

 

 

Allenarsi a piedi scalzi risulta una scelta vincente, specialmente nelle discipline olistiche o in determinati allenamenti funzionali. In particolare nel lungo periodo, evitando così dolori articolari e squilibri muscolari, dovuti all’utilizzo di scarpe non adatte

Vantaggi dell’allenamento a piedi scalzi
• Miglioramento dell’equilibrio
• Maggior controllo in ogni esercizio
• Sviluppo della propriocezione, cioè coscienza di sè nello spazio
• Miglior ritorno venoso.

Hai mai sentito parlare della “Soletta venosa di Lejars”. ?

La contrazione di questa struttura favorisce l’azione di ritorno del sangue ai distretti superiori.
Questa viene maggiormente stimolata dal completo appoggio podalico durante gli esercizi, senza una barriera che potrebbe essere costituita dalle nostre scarpe.

Con questo non sto dicendo che non dovrai più allenarti con le scarpe.

Infatti, in determinati allenamenti che prevedono diversi salti urti o se ti piace correre, è bene che tu scelga delle scarpe adatte per evitare ripercussioni sulle articolazioni, o un’eccessiva alterazione della sensibilità dei recettori podalici che andrebbero proprio a modificare i tuoi pattern motori.

Voglio solo metterti a conoscenza del fatto che, allenarsi a piedi scalzi, non è assolutamente dannoso per la salute, anzi, ma bisogna iniziare in modo graduale e con coscienza del movimento.

A cura di Marco D.