fbpx
Oggi, la Vegan society ha raggiunto l’8% della popolazione.
Molti decidono di cambiare a favore di uno stile di vita ritenuto più healthy&green. Da qui la decisione di adottare un’alimentazione vegana che, come è noto, non ammette alcun cibo di origine animale, a differenza del vegetarianismo che permette il consumo di derivati animali. Gli onnivori notoriamente adottano una dieta mediterranea includendo cibi sia di origine vegetale sia animale.

 

E per chi pratica sport? Qual è la dieta migliore?

Gli atleti vegani sono pronti a sostenersi portatori della dieta più giusta sotto ogni aspetto, nutritivo e morale.

 

 

 

D’altra parte gli onnivori credono fermamente che carne e derivati non possano essere egualmente sostituiti, quindi indispensabili al dispendio energetico sportivo.

La verità è che… sono sbagliate entrambe le estremizzazioni.

Partiamo dal presupposto che sta alla base del malinteso ideologico.

 

Per l’organismo non esistono le “diete”. Il nostro corpo riconosce solo i NUTRIENTI e le molecole che assorbe, non il contesto morale o la selezione d’origine. In maniera decisamente più brutale e primordiale, il nostro organismo tira fuori il meglio possibile da ciò che gli offriamo in pasto.

Non sbagliamo quando diciamo che sport e dieta vegana sono compatibili. È soltanto necessaria qualche accortezza in più e in alcuni casi specifici un’integrazione efficace.

Esempi illustri e numerosi sono atleti di fama internazionale come le sorelle Williams, regine indiscutibili del tennis.
Si può dire che la dieta vegana le danneggi? Assolutamente no! Di contro possiamo dire che la stessa dieta vegana sia il segreto del loro successo! Assolutamente no!

 

Si può essere atleti leggeri e agili, così come forti e possenti, con o senza l’apporto delle proteine animali. In alcun caso la scelta in un un senso o nell’altro – almeno scientificamente – rappresenta un vantaggio sportivo in termini di performance e risultati.

È un esempio Patrik Baboumian, celebre bodybuilder vegano convinto (e predicatore attivo), ritenuto uno degli uomini più forti di Germania, detentore di numerosi record di categoria.

 

 

Gli accorgimenti da prendere per ottimizzare le prestazioni atletiche sono validi per entrambi i regimi alimentari:

Dieta varia, che fornisca il fabbisogno giornaliero di macronutrienti( glucidi, protidi, lipidi)
e micronutrienti( vitamine, minerali, oligoelementi).
Dieta adeguata ed equilibrata.
 Dieta pianificata con il supporto di un nutrizionista.

NO al fai da te!

A te la scelta..Consapevole!

 

A cura di Elisa M.