fbpx

Intorno alla celiachia aleggiano una gran quantità di dubbi, miti, confusioni e informazioni del tutto infondate. Le informazioni a volte sono poco chiare e prive di fondamento scientifico. Cosa può mangiare il celiaco? Quali alimenti bisogna evitare? si può fare sport considerando i limiti alimentari?

Queste sono le domande più frequenti che si pone chi scopre di essere celiaco. 

il celiaco sa che dovrà convivere tutta la vita con questo status e che dovrà rivedere il proprio quotidiano in modalità gluten free.

SI PUÒ FARE SPORT?

Chi osserva una dieta senza glutine non ha nessuna limitazione rispetto all’attività fisica – occasionale, dilettantistica o agonistica – in qualsiasi disciplina, anche perché ad oggi l’unica terapia contro la celiachia è solo la rigida osservanza di una dieta libera da glutine.

La celiachia non è una patologia che impedisce di praticare lo sport, tutt’altro.

È bene che il celiaco con intestino sottoposto a infiammazione cronica si prenda tutti i vantaggi di uno stile di vita sano e sportivo.

Se leggendo il titolo dell’articolo hai pensato ad un errore di battitura, ora sai che ti sbagliavi. 

LO SPORTIVO CELIACO DEVE ASSUMERE ALIMENTI PARTICOLARI ?

Se fino a qualche anno fa costituiva un problema, oggi per un atleta, che osserva una dieta ad hoc per lo sport, reperire i sostituti senza glutine degli alimenti di uso comune non è affatto difficile. 

Tutti i prodotti “normali” hanno l’alternativa senza glutine, a portata di scaffale.

I prodotti senza glutine non sono inferiori in qualità nutritive rispetto ai prodotti tradizionali. 

Lo sportivo celiaco dovrà selezionare alimenti che siano privi di glutine ma allo stesso tempo eccellenti sotto il profilo nutrizionale e quindi in calorie, vitamine, sali minerali. 

Il rischio infatti è quello di scartare alcuni alimenti e non sostituirli adeguatamente, andando incontro a carenze nutrizionali o energetiche.

QUALE MIGLIOR DIETA PER UNO SPORTIVO CELIACO? 

Cosa mangiare tutti i giorni ?

Per andare incontro a una dieta equilibrata, il celiaco deve assumere regolarmente carboidrati grassi e proteine – escluso appunto il glutine – tenendo presenti alcuni aspetti fondamentali.

  • Cereali come riso, grano saraceno, miglio, amaranto, quinoa sono ottime alternative ricche di carboidrati e proteine. I carboidrati infatti, nella dieta dello sportivo non devono mai mancare nonostante il divieto assoluto di consumo di prodotti a base di frumento. Tra questi si segnala la quinoa, ottima fonte di energia;
  • Il potassio è un sale minerale molto importante, fondamentale per il mantenimento di ossa e muscoli prima e dopo l’allenamento. Sono ricchi di potassio banane, funghi, fagioli e pomodori, bietole e patate. 
  • Le patate sono un sostituto importante dei cereali di grano duro. 
  • Altri minerali al pari del potassio sono il magnesio e calcio. Molti minerali con l’attività fisica vengono velocemente esauriti sia a livello muscolare che attraverso la sudorazione. L’aggravante per un celiaco è la difficoltà dei villi intestinali sottoposti a infiammazione, ad assorbire questi nutrienti. Quindi è bene trovare fonti qualitative di sali minerali come la verdura e la frutta di stagione.
  • Frutta e verdura saziano e mantengono in forma e sono ottimi spuntini spezza-fame, anche con un’aggiunta di una manciata di semi che favoriscono la salute della flora intestinale.
  • Il cacao senza glutine è un ottimo alleato pre-allenamento
  • Gli omega 3 abbondanti nel pesce, sono invece ottimi alleati per l’intestino.

Lo sportivo può contare su comodissime barrette energetiche (barrette proteiche al cioccolato, alla frutta secca, alla nocciola), snack proteici da portare in allenamento e che in caso di intenso sforzo muscolare forniscono il giusto apporto di vitamine e sali minerali. Attenzione anche qui all’etichetta che deve riportare la dicitura “gluten free“.

ATLETI CELIACI

Vuoi alcuni esempi di sportivi di successo che ogni giorno tengono a bada la loro celiachia?

Arek Milik – calciatore del Napoli

Novak Djokovic – tennista serbo

Dana Vollmer – nuotatrice olimpica statunitense

Andy Murray – tennista scozzese

 

 

A cura di Alessandra A.

COMPI IL PRIMO PASSO VERSO UNA PRESA DI COSCIENZA
CHE TI CONDURRÀ AD UNA VERSIONE MIGLIORE DI TE

Richiedi un appuntamento per scoprire di più sul nostro programma di inserimento, ideato per consentire un avvicinamento graduale ma efficace allo sport, senza infortuni e con il 100% di conferme su oltre 800 utenti.

COSA OTTIENI COMPILANDO IL FORM

b

Farai il passo più faticoso. Il primo passo.
Prenderai un impegno con te stesso ma senza alcun vincolo di abbonamento a lungo termine.
Ti aiuteremo a fare il focus sulle tue reali esigenze e i motivi per cui dovresti fare sport regolarmente. Ti guideremo in una presa di coscienza riguardo all’importanza di dedicare del tempo a te e solo a te.

L’unica cosa in cui ti impegni compilando la richiesta sarà incontrarci per parlare un po’ di te, e liberarti finalmente dai dubbi riguardo alla tua capacità di prenderti questo impegno. E ti sentirai di aver fatto già qualcosa di importante.

DICONO DI NOI


Il pass ospite è davvero un’ottima idea.

Serve a creare un contatto con la palestra senza che ci si senta impegnati. Ho avuto modo di conoscere istruttori e discipline e di capire giorno dopo giorno se fosse davvero ciò che volevo.
Ben presto la sensazione che non sia impegnativo lascia spazio al desiderio di non mancare mai, finchè non si riesce più a farne a meno.

> ARTURO G.

DICONO DI NOI


Se ripenso a quante volte ho sottoscritto abbonamenti in palestra per poi smettere di frequentare dopo qualche settimana! Annuali su annuali, attratta da offerte convenienti, per poi scoprire che i corsi non facevano per me o non ero a mio agio con gli altri clienti.

Per me Happy Gym è stata una sorpresa sotto ogni punto di vista. Soprattutto per la mia applicazione verso lo sport. Non lo avrei mai creduto possibile!

> VALERIA S.

DICONO DI NOI


Quando mi hanno proposto il periodo di prova strutturato su due settimane ho capito immediatamente la differenza tra Happy Gym e altre palestre. Per la prima volta non mi hanno parlato di offerte, convenienza, “approfittane!”.

Mi hanno invitato a scoprire più possibile dell’organizzazione, del palinsesto e delle persone, prima di impegnarmi in qualsiasi forma di abbonamento. Neanche per un attimo mi sono sentita sotto pressione.

> MARTINA B.

DICONO DI NOI


In passato ho provato parecchie palestre e circoli, approfittando della prova gratuita. Puntualmente non tornavo. Oggi so perchè. Non basta un giorno per valutare un ambiente fatto di tante cose, tutte importanti. Probabilmente oggi darei una possibilità in più anche ad altre palestre che ho abbandonato. Peccato che non credo che lascerò mai la mia Happy Gym!!

> LUCA D.

DICONO DI NOI


Non avevo ancora trovato un posto che avesse a cuore le mie esigenze. Soprattutto non avevo ancora trovato un posto che non mi proponesse il solito scontato annuale.

Qui hanno voluto sapere tutto di me, abitudini giornalieri, famiglia, hobby, lavoro, gusti e abitudini alimentari ed esperienze sportive passate. Mi hanno messo alla prova, mi hanno “smontato” parecchie convinzioni sulle mie capacità ma senza mai mettermi a disagio e mi hanno portato al livello degli altri utenti in poche settimane.
Mai vista così tanta cura verso una persona al suo primo giorno. Mi hanno affidato ad un tutor che ha lavorato solo con me per oltre un’ora. Il periodo di prova intero mi ha permesso di inserirmi senza infortuni e senza vergogne.

> Alessia C.

DICONO DI NOI


Questo metodo che non avevo mai visto da nessun’altra parte all’inizio mi ha fatto storcere il naso.
Venivo da un’altra palestra, sapevo esattamente cosa volevo fare. Almeno così credevo. Ho deciso di dargli una possibilità e mi hanno fatto ricredere fin dal primo allenamento.
Ho capito l’importanza di un percorso così. Impedisce l’ingresso ai perditempo e rende l’ambiente e le lezioni esperienze gradevoli. Non esiste sovraffollamento e il clima è splendido.

> Paola A.

IL PRIMO ALLENAMENTO È IL PIÙ DIFFICILE

Richiede volontà prima, sforzo poi. Ma quando lo avrai terminato comincerai a percepirne i benefici.

Nelle ore subito seguenti l’allenamento sentirai nuova energia e un pizzico di adrenalina che ti daranno forza, la notte sarà caratterizzata da un sonno profondo e ristoratore.

Nei giorni a seguire invece potresti patire qualche dolore muscolare, tipico di un allenamento eseguito dopo un lungo stop. Nulla di cui preoccuparsi, tutt’altro. Saranno il segnale che hai rimesso in moto gli ingranaggi e che sei sulla strada giusta. I tuoi muscoli e tutto il corpo te ne saranno grati.

Dopo il secondo, il terzo e il quarto allenamento, ti renderai conto che i risultati sono già sotto gli occhi di tutti, o allo specchio. Buonumore, sorriso, energia nuova per affrontare lavoro e famiglia, reattività e maggiore resistenza agli allenamenti.

A quel punto non avrai più ripensamenti.

Compila adesso il modulo in basso è avrai compiuto il primo passo per dire addio alla pigrizia che ti ha frenato fino ad oggi.
Inizia adesso il tuo cambiamento, per diventare una versione migliore di te.

RICHIEDI ADESSO
UN APPUNTAMENTO

7
* campo obbligatorio